Com. Ed Straker (Bishop)

Com. Ed Straker (Bishop)

Il comandante Edward Straker è un ex pilota militare americano, originario di Boston, organizzatore ed ideatore della SHADO (Supreme Headquarters Alien Defence Organisation, Comando supremo dell’organizzazione di difesa contro gli extraterrestri), resasi necessaria a seguito di una serie di attacchi UFO nel 1970, ed è quindi possibile che abbia partecipato al Progetto Blue Book. Egli lavora sotto la copertura di un importante produttore cinematografico, direttore degli Harlington-Straker Film Studios, nei cui sotterranei si trova la centrale operativa della SHADO.

Sposato con Mary Nightingale nel 1970, divorzia a causa del sospetto di tradimento che la moglie presume dopo avere visto alcune foto che ritraggono il marito in compagnia di alcune ragazze che in realtà sono solo candidate ad entrare nella SHADO, ed il divorzio avviene subito dopo la nascita del figlio John. Impossibilitato a spiegare a Mary i motivi che l’hanno portato a trascurarla Straker accetterà i termini del divorzio e l’affidamento del figlio alla ex moglie, la quale, ritenendo questo atteggiamento come freddezza nei suoi confronti ed in quelli del figlio, gli darà il cognome Rutland, ossia quello del patrigno.

La vicenda tra i due ex coniugi precipiterà definitivamente quando, durante una visita a casa di Mary, Straker si allontana frettolosamente e John, cercando di raggiungerlo, viene investito da un’automobile. Egli si attiva immediatamente per procurargli dei farmaci indispensabili alla sua sopravvivenza, facendoli caricare a bordo di un aereo SHADO in partenza dagli Stati Uniti ma quando il suo vice, il colonnello Alec E. Freeman, è costretto a dirottare l’aereo a causa di una attività UFO, Straker, dando la priorità alla salvezza del mondo, non gli confiderà cosa c’è a bordo dell’aereo ed i farmaci arriveranno troppo tardi per salvare il figlio e questo farà terminare in modo definitivo il rapporto tra lui e Mary, che lo ritiene responsabile per la morte di John.

Straker non ha una vita sentimentale e sociale ed ha sacrificato tutta la sua vita al progetto[2]; non beve alcolici ma fuma ogni tanto i sigari che il colonnello Freeman gli offre. Soffre di claustrofobia ma di questo sono a conoscenza solo il medico della SHADO Doug Jackson ed Alec E. Freeman.

Collaboratori nella SHADO

Straker, pur detenendo nella sostanza il ruolo di capo della SHADO, è comunque sottoposto al generale James Henderson, diretto responsabile del progetto e unico tramite con i militari, ed i suoi più stretti collaboratori sono il colonnello Alec E. Freeman, il colonnello Paul Foster ed il colonnello Virginia Lake, unica presenza femminile tra gli alti gradi.